Nel mondo farmaceutico le piante rappresentano un’importante fonte, tanto che il 25% delle medicine moderne deriva da fonti vegetali.

Per le sue differenti azioni terapeutiche, la Gymnema sylvestre (GS) è una delle piante più utilizzate nella medina tradizionale e il suo effetto più noto è quello relativo alla riduzione dei livelli di glucosio. Quest’azione ha permesso l’ingresso della Gymnema Sylvestre all’interno della Farmacopea Indiana come pianta anti-diabetica. Nella cultura Hindi viene anche chiamata gurmar, che letteralmente significa distruttore di zuccheri, in quanto è noto nel folklore di questa popolazione l’impossibilità di percepire il gusto del dolce dopo la masticazione delle sue foglie.

La Gymnema Sylvestre è una pianta appartenente alla famiglia delle Apocinacee, presente in numerose regioni dell’Asia, dell’Africa e dell’Australia. Quando si parla di Gymnema sylvestre si sottintende la Gymnema sylvestre (Retz.) R.Br. ex Sm che è un’alta pianta rampicante, legnosa a crescita lenta.

Appartiene alla famiglia delle Apocynaceae, all’interno della quale è possibile ritrovare altre 49 specie di Gymnema approvate. Le proprietà della Gymnema Sylvestre derivano dai differeni principi attivi che possono essere etsratti dalla suddtta pianta: saponine triterpeniche, saponine oleane, ginnemanolo, sapoine dammareniche, gymmestrogenina, gurmarina, saponine triterpenoiche, glicoside flavonoico, steroli, lupeoli, quercitolo e parabene.

Ogni principio attivo conferisce a questa pianta uno specifico effetto sull’organismo oltre a quello anti-diabetico, quali antiossidante, antiinfiammatorio, antivirale, gastro ed epato protettore, di riduzione della quota lipidica.

Proprietà principale e meccanismo di azione

La principale attività riconosciuta per la Gymnema sylvestre è quella antidiabetica. Essa, infatti, è considerata una delle più importanti piante per il trattamento del diabete e proprio grazie a questa azione è stata introdotta all’interno della Farmacopea Indiana.

Numerose evidenze scientifiche, infatti, dimostrano come la supplementazione di Gymnema sylvestre, sia in modelli animali che su pazienti, sia in grado di ridurre i livelli di glicemia a digiuno e postprandiale.

Una recente metanalisi, pubblicata nel 2021, ha evidenziato come in 419 pazienti, ottenuti dalla selezione di 10 articoli, la supplementazione di GS in persone affette da diabete di tipo 2, permetteva una riduzione statisticamente significativa della glicemia a digiuno (SMD 1.57 mg/dl, 95% CI 2.22 a 0.93, p < 0,0001, I 2 90%), della glicemia postprandiale (SMD 1.04 mg/dl, 95% CI 1.53 a 0.54, p < 0,0001, I 2 80%) e dell’emoglobina glicata (HbA1c) (SMD 3.91, 95% CI 7.35 a 0.16%, p < 0,0001, I 2 99%) rispetto al baseline….

Articoli in evidenza

Obesità: le conseguenze sulla fertilità maschile

Obesità: le conseguenze sulla fertilità maschile

L'obesità è un grave problema di salute pubblica globale di attuale di importanza. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'obesità mondiale è quasi triplicata dal 1975, tanto che nel...

Le Patologie “Subcliniche” della Tiroide

Le Patologie “Subcliniche” della Tiroide

Per patologie o condizioni “subcliniche” tiroidee si intendono delle forme lievi di ipertiroidismo o ipotiroidismo che denotano livelli di ormoni tiroidei ancora normali, ma livelli di TSH (ormone...