Fertilità femminile

Home / Fertilità femminile
fertilità femminile

Secondo i dati dell’ISS, l’infertilità riguarda circa il 15% delle coppie e l’origine del problema si fa risalire alla donna in circa il 35- 40% dei casi. Alterazioni dell’ovulazione, di frequente riconducibili alla sindrome dell’ovaio policistico, ma anche fattori di rischio come l’età avanzata, stile di vita non sano e l’obesità sono alla base del problema.

L’eccesso di peso limita altresì le probabilità di concepimento sia naturale che attraverso la procreazione medicalmente assistita (PMA). Oltre al danno psicologico che colpisce la coppia che non riesce ad avere figli, l’infertilità ha costi sociali elevatissimi, creando un vero e proprio squilibrio nell’età della popolazione.

La nostra ricerca costante è il nostro impegno a dare delle risposte efficaci a questo problema individuale e sociale.

Altre aree terapeutiche

fertilità femminile

Ginecologia e ostetricia

Andrologia e fertilità maschille

Endocrinologia

Urologia

Articoli in evidenza

Obesità: le conseguenze sulla fertilità maschile

Obesità: le conseguenze sulla fertilità maschile

L'obesità è un grave problema di salute pubblica globale di attuale di importanza. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'obesità mondiale è quasi triplicata dal 1975, tanto che nel 2016 circa 1,9 miliardi di adulti erano in sovrappeso e circa 650...

Microbiota intestinale e PCOS: ruolo dell’α-Lattoalbumina

Microbiota intestinale e PCOS: ruolo dell’α-Lattoalbumina

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è un disordine endocrino e metabolico caratterizzato da eziologia e patofisiologia complessa. Studi recenti hanno rivelato una stretta relazione tra alterazioni del microbiota intestinale e alcuni parametri clinico-metabolici...

Le Patologie “Subcliniche” della Tiroide

Le Patologie “Subcliniche” della Tiroide

Per patologie o condizioni “subcliniche” tiroidee si intendono delle forme lievi di ipertiroidismo o ipotiroidismo che denotano livelli di ormoni tiroidei ancora normali, ma livelli di TSH (ormone tireostimolante) alterati. Ipertiroidismo subclinico L’ipertiroidismo...